Sassuolo, De Zerbi: “Lite Babacar – Berardi? Baba è il rigorista”

Parole De Zerbi post Sassuolo - Cagliari - Il tecnico del Sassuolo, ai microfoni di Sky Sport ha commentato così la vittoria casalinga contro i sardi.

Conferenza De Zerbi Empoli - Sassuolo

Parole De Zerbi post Sassuolo – Cagliari. Il tecnico del Sassuolo, ai microfoni di Sky Sport ha commentato così la vittoria casalinga contro i sardi.

Parole De Zerbi post Sassuolo – Cagliari, il commento del tecnico

E’ una vittoria pesante, non vincevamo in casa da tanto e nelle ultime prestazioni casalinghe poi non siamo riusciti a vincere. Una vittoria che vale molto ma vale di più il modo con cui abbiamo trovato il successo, abbiamo fatto sbloccare Locatelli che sfiorava da tanto il gol. Ho esultato al terzo gol perchè per me il calcio è divertimento, siamo stati maestri in passato di riaprirle e quindi sul 2-0 non ero tranquillo”.

Sulla lite Babacar – Berardi: “Il rigorista l’ho deciso io, era Babacar e non l’avevo comunicato prima della partita. Nel calcio ci deve essere la voglia di andare dal dischetto, poi le immagini con Berardi scontento le chiariremo in settimana ma non c’è niente di cui allarmarsi. Con Boateng che è andato via non mi ero preoccupato di scrivere il nome del nuovo rigorista”.

Sull’addio di Boateng: “La pagheremo la sua perdita, ha delle caratteristiche incredibile. Magari perde la profondità ma ha tutto il resto ed è una perdita pesante. Se stiamo stati d’aiuto per mandarlo al Barcellona saremmo tutti contenti ed orgogliosi”.

Bene la fase difensiva: “Ho parlato appunto di maturità all’intervallo, il secondo tempo era una prova di maturità per noi. Non volevo cambiassimo atteggiamento, la maggior parte dei gol subiti li abbiamo presi in transizione e lì l’atteggiamento deve modificarsi subito“.

Circa il sostituto di Boateng: “Penso che ci sia sempre la possibilità di migliorarsi ma anche di peggiorarsi, non so chi arriverà ma io sono contento dei miei ragazzi. Oggi il Sassuolo ha messo in mostra dei singoli molto validi”.

Chiusura dedicata all’obiettivo stagionale: “Ancora è troppo presto, se ripetiamo queste prestazioni possiamo alzare l’asticella. Noi dobbiamo stare tranquilli perchè poi in Serie A puoi perdere tre o quattro partite”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *