Accadde Oggi 20 aprile 1986, la Roma perde lo scudetto nella sfida col Lecce

Roma Lecce scudetto, trentatré anni fa la clamorosa sconfitta della formazione capitolina che perse il titolo contro i salentini

Roma Lecce scudetto

I tifosi della Roma quest’oggi tornano con la mente al 20 aprile del 1986. Un giorno tragico dal punto di vista sportivo per i seguaci della Lupa che trentatré anni fa videro scapparsi uno scudetto che sembrava già cucito sulle maglie giallorosse.

Roma Lecce scudetto, nel 1986 il suicidio coi salentini

La squadra allora allenata da Eriksson era prima in classifica a due giornate dalla fine e ospitava il Lecce di Fascetti, già retrocesso in Serie B. Sarebbe bastata una vittoria ai giallorossi per festeggiare il titolo a discapito della Juventus che invece affrontava il Milan. Pronti via e dopo 7′ Ciccio Graziani porta i suoi in vantaggio facendo esplodere la Curva Sud. Al 24′ il pareggio ospite con Di Chiara il quale verrà seguito dal rigore trasformato al 40′ da Barbas.

Una esecuzione che gelò il tifosi giallorossi, ancor più sconvolti quando ad inizio ripresa ancora Barbas andò a segno portando il Lecce sul 3-1. Nel finale Pruzzo accorcia le distanze aumentando il rammarico per una sconfitta che fece perde lo scudetto alla Roma. A fine campionato la Juventus trionfò con 45 punti, quattro in più della formazione capitolina

Roma Lecce scudetto, tabellino e sintesi del match

ROMA: Tancredi, Oddi, Gerolin, Righetti, Nela, Boniek, Di Carlo (68′ Tovalieri), Giannini (63′ Conti), Pruzzo, Ancelotti, Graziani. A disposizione: Gregori, Lucci, Desideri. Allenatore: Eriksson.

LECCE: Ciucci (26′ Negretti), Vanoli, Colombo, Enzo, Di Chiara S., Miceli, Raise, Barbas, Pasculli, Nobile (68′ Paciocco), Di Chiara A. A disposizione: Causio, Garzya, Rizzo. Allenatore: Fascetti.

Arbitro: Lo Bello.

Gol: 7′ Graziani , 24′ Di Chiara A., 40′ Barbas (rig.), 53′ Barbas, 82′ Pruzzo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *