Roma, Di Francesco: “Il Real senza Ronaldo è più squadra”

Dichiarazioni Di Francesco:

Riunione dirigenza Roma

Dichiarazioni Di Francesco: “Indignato per Douglas Costa, mio figlio merita le scuse”

Si è conclusa poco fa la prima conferenza stampa di Eusebio Di Francesco in vista del primo incontro di Champions League dei giallorossi. Previsto domani sera alle ore 21:00 il delicato match dei capitolini contro il Real Madrid. La Roma sarà ospite al Santiago Bernabeu per la prima giornata del Gruppo G. Queste le parole del tecnico abruzzese: “Io credo che ancora non l’abbiamo iniziata la Champions e dunque non si può parlare di entusiasmo decaduto. Sta a noi riportare l’entusiasmo con le prestazioni e ritrovando un po’ di convinzione e determinazione. Mi auguro che da domani si veda una squadra con rabbia e desiderio di fare una partita gagliarda. E’ ancora presto per capire le differenze rispetto al passato. Adesso è più squadra senza Ronaldo, vanno più in pressione e addormentano meno la partita. Non hanno perso le proprie qualità, passando a due moduli che si alternano. Non dico come affronteremo la partita, dico solo che dovremo avere la capacità di migliorarci. Contro il Chievo ho visto dei miglioramenti, ma siamo mancati nella fase difensiva nel senso della cattiveria e della determinazione. Dobbiamo affrontare la gara con molta più attenzione”.

Su Dzeko:

“Del digiuno di Dzeko mi interessa in modo relativo. Ritroverà il gol e ci darà una grossa mano. Ci deve preoccupare la fase difensiva. Anche con i ragazzi parliamo tanto di questo, dobbiamo lavorare meglio. Dobbiamo dare maggiore solidità alla squadra, che ci possa far esprimere meglio poi in attacco. Dobbiamo lavorare meglio di squadra. Il problema è da risolvere tutti quanti insieme”.

Il più forte del Real?

“Difficile scegliere. Un giocatore che ha tante qualità è Sergio Ramos, perché sa fare tutti i ruoli, dalla difesa fino all’attacco”.

Sulla strategia di domani:

Nzonzi e De Rossi possono coesistere, l’hanno dimostrato con l’Atalanta e nel secondo tempo col Milan. Nzonzi può fare anche la mezzala e può giocare così anche domani. Anche domenica abbiamo avuto difficoltà anche mentre vincevamo 2-0. La mentalità però non deve spostarsi, dobbiamo restare corti e aggressivi”.

Sul Real senza Ronaldo:

“A me questo Real piace molto e Asensio è il futuro di questa squadra. Lo stimo molto. Ha una grande qualità. Il Real, nella sua vita calcistica si è fatto conoscere come Real e non come Real Ronaldo. Sono convinto che lo farà anche in futuro anche se mi auguro non domani”.

Su Douglas Costa e Di Francesco:

Sono indignato per quello che ho sentito sulle presunte parole di Federico a Douglas Costa. E’ stato l’unico a prendere uno sputo, è stato un grande uomo. Sono orgoglioso come padre. L’unico che non ha preso scuse è stato lui ed è stato assurdo. Non lo dovrei dire io. Da quello che si è visto sono deluso e rammaricato. E’ un ragazzo che è passato quasi da vittima a colpevole. Questi sono i social”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *