Napoli, Ancelotti dopo la vittoria con il Cagliati: “Non dovevo aspettare questa partita per sapere che avevano reagito”

Ancelotti su Cagliari - Napoli: "Stiamo facendo bene e pensiamo di poter fare meglio. Sapevo già che avevano reagito dopo Liverpool"

rinnovo di Ancelotti

Ancelotti su Cagliari – Napoli. Vittoria che riporta il sorriso in casa Napoli, quella contro il Cagliari. Dopo la disfatta di Liverpool, era necessario ripartire con il piede giusto in campionato. A fine partita Ancelotti si è espresso sul presente e sul futuro della società partenopea.

Le dichiarazioni di Ancelotti post Cagliari

L’allenatore azzurro si è presentato a fine gara ai microfoni di Sky Sport, commentando la vittoria contro il Cagliari e parlando anche del futuro del Napoli: “La punizione? Le gerarchie sono chiare, sulla parte destra ci sono Milik e Mario Rui, dall’altra Mertens e Insigne, c’è stato un piccolo malinteso dove non era il caso che ci fossero.

Milik è un ragazzo serio, che riesce a gestire con equilibrio i momenti buoni e quelli più complicati. È chiaro che è stato un colpo forte quello dell’eliminazione, ma non dovevo aspettare questa partita per capire che la squadra aveva reagito”.

A proposito degli 11 messi in campo: “Le difficoltà che abbiamo avuto nel primo tempo erano dovute all’assenza di Milik e Mertens, è chiaro che con loro si cerca più la profondità. Volevo mettere calciatori un po’ più freschi, volevamo fare una gara di grande intensità”.

Sulle potenzialità di questo Napoli: “È una squadra di prospettiva, stiamo facendo molto bene e pensiamo che si possa fare ancora meglio. Questa squadra può e deve crescere, siamo competitivi in campionato e lo siamo stati in Champions, vogliamo esserlo anche in Coppa Italia e in Europa League”.

Sui sorteggi di lunedì: “Il Chelsea di Sarri in finale sarebbe un sogno, come detto. Sappiamo di essere competitivi, possiamo esserlo in Europa League. La finale rimane un sogno, ora vedremo chi ci capiterà nel sorteggio. Avremo tempo per preparare le due gare. La società è molto seria, ha dei programmi bel precisi che condivido e che non si fa influenzare da una vittoria e da una sconfitta”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *