Serie A, parla Galli, ex portiere: dalla lotta scudetto a Donnarumma

Galli sulla lotta scudetto. L'ex portiere di Milan e Fiorentina viene intervistato da RMC Sport Live, dove rilascia le sue opinioni non solo sulla lotta scudetto, anche su Donnarumma e il finale di campionato

Galli sulla lotta scudetto

Ai microfoni di RMC Sport Live, l’ex portiere Galli parla della lotta scudetto

Parla Giovanni Galli sulla lotta scudetto. L’ex portiere di Fiorentina e Milan, viene intervistato a RMC Sport Live Show. Nelle sue dichiarazioni  ha parlato della lotta scudetto tra Napoli e Juventus che è accesissima dall’inizio del campionato. Galli dice: “Sei punti sono tanti però se vado a vedere il calendario della Juventus non è semplicissimo anche se ovviamente sarà determinante lo scontro diretto. Se il Napoli dovesse riuscire a fare il colpaccio allora il discorso cambia. I bianconeri poi devono incontrare Roma e Inter, due partite toste ma la Juventus resta la squadra più forte. La squadra di Allegri è imprevedibile, camaleontica, mentre il Napoli se non segnano quei tre là davanti è in difficoltà”.

Il Milan e Donnarumma da 10 e lode

La 32^ giornata di Serie A è stata scenario del big match tra Milan-Napoli, finito 0-0 con Donnarumma protagonista di una magistrale parata. L’ex portiere rossonero sulla partita di ieri: “Il Milan trae in inganno perché nelle ultime quattro partite non ha vinto ma sono stati tutti scontri contro le grandi, Juventus, Napoli e Inter. Contro le big il Milan esprime un buon calcio perché è una squadra organizzata. Il prossimo passo di Gattuso sarà dare concretezza all’attacco rossonero. Mancano gli automatismi per essere pericolosi sotto porta. Il Milan per fare un altro salto in avanti dovrà essere capace di dominare una partita e comandarla”. E sulla parata di Gigio su Milik: “Voto 10 perché è stato decisivo. Donnarumma ha anticipato il tiro di Milik e finalmente gli ho visto fare un intervento con una mano”.

L’idea di Galli sul rush finale del campionato 

Alla 32^ giornata di campionato sono tante squadre in lotta per l’Europa League, il campione del mondo con la Nazionale italiana dell’82’ dice: “Sei partite sono tantissime per dire se c’è una squadra favorita. La Fiorentina dal quattro marzo sta facendo qualcosa di incomprensibile. Ieri non è riuscita ad abbattere il muro della Spal. La Fiorentina per me non è una squadra decifrabile perché vivono di emozioni, vanno al di là della tattica o della bravura dei singoli. La squadra di Pioli ad oggi è al di sopra di ogni aspettativa. L’Atalanta è una squadra ostica, pensavo che dopo l’eliminazione in Europa si sarebbe ripresa in campionato e invece no. Sampdoria e Torino proseguono il cammino altalenante. Per questo dico che una settimana può cambiare tutto”.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *