Mondiale 2026: Usa, Messico e Canada saranno i tre paesi ospitanti

Mondiale 2026: si chiamerà "United 2026" la massima competizione mondiale che andrà in scena tra otto anni: battuto il Marocco alle votazioni di oggi

Mondiale 2026

Mondiale 2026: una competizione inedita a 48 squadre

Mente a questo Mondiale, ma non solo. C’è chi guarda già al futuro e proprio stamane è stato deciso il Paese che ospiterà la massima competizione nel 2026. Non uno, ma ben tre Paesi saranno i protagonisti di un inedito Mondiale che vedrà ben 48 squadre affrontarsi nella fase finale. Usa, Messico e Canada si prepareranno a ricevere la prima storica edizione. Sconfitto il Marocco nelle votazioni: al trio americano sono andati 134 voti contro i 67 assegnati al paese africano.

La nuova edizione:

Le varie confederazioni avranno dei posti già assegnati tra le quarantotto nazionali partecipanti: 16 in Europa, 9 Africa, 8 Asia, 6 Nord e centro America, 6 sudamericane e 1 squadra dall’Oceania. Le nazionali padrone di casa saranno qualificate di diritto mentre le ultime due squadre dovranno superare un torneo a sei così strutturato: parteciperà una nazionale a confederazione, esclusa la UEFA, e un’altra formazione appartenente alla confederazione che ospiterà la competizione. In questa sorta di play-off, le due squadre migliori secondo il ranking FIFA saranno teste di serie e giocheranno un solo turno. A spiccare, nell’aumento generale delle squadre dettato dalla maxi formula a 48, è l’allargamento delle selezioni di Asia e Africa che vedranno quasi raddoppiato il loro numero di pass. Sono loro le vere vincitrici di questa rivoluzione.

Dove si giocherà:

La proposta americana ribattezzata “United 2026”, prevede una rosa provvisoria di 23 località, che saranno ridotti a 16 città. Edmonton, Montreal e Toronto sono le città presentate dal Canada, Città del Messico, Guadalajara e Monterrey quelle proposte dal Messico. Sedici, invece, le squadre presentate dagli Stati Uniti: Atlanta, Baltimora, Boston, Cincinnati, Dallas, Denver, Houston, Kansas City, Los Angeles, Miami, Nashville, New York, Orlando, Philadelphia, San Francisco, Seattle e Washington.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *