Serie D, arbitro morto a Livorno: stroncato da una malattia

Livorno, arbitro morto a causa di una terribile malattia: si è spento all'età di trentadue anni il fischietto livornese Riccardo Pelagatti

Livorno, arbitro morto a causa di una terribile malattia

Grave lutto nel mondo del calcio dilettantistico. Più precisamente a Livorno, dove un arbitro morto ha scosso non solo il capoluogo toscano ma anche tutto l’ambiente calcistico. Si tratta di Riccardo Pelagatti, assistente arbitrale di soli trentadue anni spentosi a causa di un brutto male. Lascia la moglie Eleonora con la quale era sposato dal 2015.

Livorno, arbitro morto: scatta il lutto al braccio

Riccardo Pelagatti era arbitro dal 2002 e nel giro di poche stagioni era approdato dai campionati regionali a quelli nazionali nel 2012. Nel 2014 fu poi promosso in Serie D terminando il suo percorso con la finale play off disputata a Cava de’ Tirreni tra la Cavese e il Taranto, per poi approdare come assistente arbitrale alla Can Pro. Nel prossimo weekend, in segno di rispetto, tutte le terne arbitrali delle partite di terza serie indosseranno il lutto al braccio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *