Sampdoria, intervista a Defrel: “Mi sento come a Sassuolo”

Intervista a Defrel:" L'obbiettivo è quello di superare il mio record di 12 gol. A Deschamps direi di venire a vedere una partita della Sampdoria a Marassi"

Arrivato in estate in prestito dalla Roma, Grègoire Defrel sta dando un notevole contributo a suon di gol alla causa della Sampdoria. In una recente intervista a Am, settimanale del Corriere dello sport, ha dichiato:”Mi sento tornato ai livelli di Sassuolo per quanto riguarda la forma fisica, la continuità e la fiducia. Voglio crescere grazie alla Samp. L’obiettivo è quello di superare il mio record di 12 gol in campionato. Ferrero? È sempre presente, è uno stimolo per noi”. Il giocatore, di nazionalità francese, ha anche espresso il naturale desiderio di essere convocato dal C.T. Deschamps.

Le parole dell’attaccante

“Sono tifoso del PSG, ma il mio punto di riferimento è stata la Nazionale che vinse il Mondiale nel 1998. Ho visto la finale dell’ultimo Mondiale a Roma, a casa di Gonalons: ho goduto molto, anche se mi è dispiaciuto non essere a Parigi a festeggiare per strada. Spero di essere preso in considerazione almeno per un’amichevole. A Deschamps direi di venire a vedere una partita della Sampdoria a Marassi“.

L’ntervista è proseguita con il confronto tra il suo ex allenatore, Di Francesco, e il suo attuale allenatore, Giampaolo: “Sono simili nella coerenza e nel modo in cui portano avanti i loro concetti. Di Francesco urla un po’ di più”. Immancabile il confronto con Piatek, suo rivale nel derby della lanterna: “Con lui nessuna rivalità. È stato una grande sorpresa, arrivare in Italia e fare tanti gol non è facile”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *