FOCUS TCN – Inter, addio allo Scudetto già a settembre?

Inter-Parma 0-1 addio Scudetto: i risultati negativi contro le squadre chiuse. Sono riemersi i problemi come contro Torino e Sassuolo, altro che anti-juve

Inter-Parma 0-1 addio Scudetto

Inter-Parma 0-1 addio Scudetto

Inter-Parma 0-1 è un addio allo Scudetto già a settembre? Oltre al risultato che penalizza la squadra nerazzurra, ci sono diversi elementi che potrebbero propendere verso questa direzione. La squadra ha diverse colpe, ma sembrano essere maggiori quelle di Spalletti, che sbaglia un’altra volta l’undici iniziale, cecando di rimediare (con scarsi risultati) in corso d’opera.

Si era partiti da Keita al posto di Icardi. L’Inter gioca solamente attraverso i cross di Candreva e Perisic e di qui si evince l’inutilità tattica dell’attaccante ex Lazio e Monaco. E’ servito il primo tempo per far sì che Spalletti se ne accorga, ma il cambio con Icardi non offre gli spunti ideali, o quantomeno sperati. Tanta sfortuna a condire il tutto, con un grandissimo gol dell’ex Di Marco Inter-Parma, Di Marco sblocca il match all’ottantesimo.

Non solo Parma: problemi visti anche con Torino e Sassuolo

Risultato disastroso quello di oggi con il Parma, ma a far preoccupare i tifosi nerazzurri è anche la disattenzione e l’incapacità tattica di Spalletti in certe situazioni, contro certi avversari. Contro squadre chiuse o con una buona organizzazione difensiva, l’Inter crolla vistosamente, sbattendo costantemente contro un muro spesso schierato con la doppia linea di un centrocampo molto basso. 

Per ora Icardi non ha ancora fatto breccia, non ha ancora smascherato quei problemi in zona gol che lo scorso anno proprio l’attaccante argentino aveva velatamente coperto con i 16 gol nelle prime 20 partite di Serie A. L’Inter ha bisogno primariamente di un gioco, che ora non ha. Non la si chiami “anti-Juve”, non la si chiami “lottatrice per lo Scudetto”, per ora resta sempre e solo la “pazza Inter”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *