Superclasico, a Madrid hanno rispedito a casa gli ultras argentini

Finale Libertadores Superclasico 2018: tornano in Argentina gli ultras. Due tifosi del Boca rimandati a casa direttamnete dall'aereoporto di Madrid

Finale Libertadores Superclasico 2018

Finale Libertadores Superclasico 2018: tornano in Argentina gli ultras

Non certo lo spettacolo di calcio e di adrenalina positiva che ci si aspettava per questa partita, che si giocherà a Madrid (ore 20:30 domenica 9 novembre) per ovvi motivi di ordine pubblico. Il Superclasico, che non è mai valso la vittoria o la sconfitta di una Copa Libertadores, si giocherà anche senza ultras argentini. La città spagnola per ora resta blindata e due leader dei tifosi del Boca bloccati in aeroporto e rimandati a casa. Non un bel clima intorno al match, che vede intanto l’arrivo di entrambe le squadre di Buenos Aires.

Il governo di Madrid infatti ha pensato bene di rispedire a casa i tifosi troppo facinorosi, onde evitare in seguito scontri con la polizia o tra tifoserie come avvenuto nel match d’andata e prima di quello valido per il ritorno. Intanto Boca e River hanno già esternato tutto il loro sconcerto alla CONMEBOL per la decisione presa di giocare la finale a Madrid. Si sono espressi in tal senso anche Tevez e Gallardo (allenatore del River Plate) parlando di “decisione scellerata”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *