Juventus, Allegri: “Prendiamo gol su palla inattiva ma domani non può succedere”

Dichiarazioni Allegri: a parlare nella consueta conferenza pre-gara è il tecnico bianconero che la presenta esaminando attentamente ogni aspetto

Calcio Juventus scommesse quote Snai

Dichiarazioni Allegri: “Domani partita di grande fascino, vietato sbagliare”

Si è appena conclusa la consueta conferenza stampa pre-partita con il tecnico bianconero Massimiliano Allegri. Domani sera alle 20:30 il Milan ospiterà la Juventus per un match tutto da gustare. Queste le parole dell’allenatore toscano nella sala stampa dello Juventus Stadium: “Che la Juventus domani farà una grande partita ne sono convinto, perché le motivazioni ci sono. Poi di discorsi ne farei pochi, non servono. Io alla squadra ho detto che abbiamo sbagliato perché ci siamo fatti prendere dall’emotività del momento, della serata. Dovevamo capire che se non avevamo vinto la gara in 86 minuti era difficile farlo nei restanti. Le partite se le puoi vincere devi vincerle, ma quando capisci che non puoi più vincerle è importante non perderle. Alla fine del campionato, anche un punto, può fare la differenza“. 

Juve squadra troppo sicura? È una questione psicologica. Più fai risultati, più aumenta la positività. Più aumenta la positività più si abbassa l’attenzione. Quindi la sicurezza, dell’ambiente oltre che della squadra, a volte crea questo. Se non hai attenzione le squadre ti portano fuori strada. Da questo punto di vista dobbiamo migliorare, la stagione è lunga. La Champions e i campionati non si vincono ora. Ora possiamo solo mettere le basi per essere competitivi a marzo“.

Sulla sconfitta in Champions:

“Più che reagire dobbiamo continuare a fare quanto fatto fin qui. Dopo la sconfitta dell’altro giorno ci siamo rimasti male, non ci eravamo più abituati. Era da aprile che non perdevamo. Diciamo che abbiamo perso la partita che può avere meno importanza ai fini della classifica della Champions. Domani sarà comunque un Milan-Juventus, ciò una partita complicata. Lo stadio spingerà il Milan, noi dovremo fare una grande partita per uscire da San Siro con un risultato positivo. Il Milan è in un grande momento, nelle ultime sei ne ha perse solo una all’ultimo secondo. Dobbiamo essere pronti a chiudere nel migliore dei modi”.

Su Higuain:

Più che avvelenato giocherà da ex. È un giocatore che ha dato tantissimo alla Juventus, è stato determinante per noi. Abbiamo fatto una scelta ed il Milan ha fatto un grande acquisto, Gonzalo è uno dei centravanti migliori al mondo”.

Su Bonucci:

“Non devo dire niente a Leo. Torna da ex, anche se è stato lì solo un anno. Leo non ha bisogno dei miei consigli“.

Su Gattuso:

“Rino è intraprendente, è un genuino ed è migliorato molto. Alla squadra, oltre il giocare bene, trasmette tanto dei suoi valori. È uno dei tecnici giovani più bravi. Allenare il Milan non è semplice, ci sono tante pressioni. Il Milan comunque è al quarto posto, sta facendo un’annata importante e gli vanno fatti i complimenti”.

Su Ronaldo:

“La Juventus segna, Ronaldo segna, non vedo il problema. Ha fatto un gol straordinario, qualcuno l’ha sbagliato. Abbiamo fatto una partita straordinario ma poi abbiamo perso, e questo mi da fastidio. Si ragiona sempre sulle partite vinte, non su quelle giocate bene”.

Sui gol subiti:

La Juventus prende gol su palla inattiva o quando si addormenta. Non esistono squadre imbattibili. Numericamente è impossibile pensare di vincerle tutte, poi ogni tanto fare un passo indietro serve per farne due in avanti. Domani sarà una partita di grande fascino, dovremo fare una partita bella sotto tutti i punti di vista”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *