Milan, Conti: “Psicologicamente massacrato dagli infortuni”

Conti rientro difficile: "Psicolgicamente devastato dagli infortuni". L'intervista al terzino rossonero reduce da due rotture dei legamenti

Conti rientro difficile: "Psicolgicamente devastato dagli infortuni"

Termina un anno di incubo per Andrea Conti, terzino del Milan reduce da due terribili infortuni al ginocchio. Il giovane laterale ex Atalanta è tornato a sorridere e a lavorare alla corte del tecnico Gennaro Gattuso che lo ha già convocato diverse volte. Presto per il classe ’93 potrebbe esserci spazio in prima squadra. In un’intervista a Sky Sport, Conti ha raccontato tutte le difficoltà degli ultimi dodici mesi.

Milan, per Conti rientro difficile e tormentato

“Quando sono arrivato al Milan ho provato un’emozione incredibile, trovarmi a Milanello, dove sono passati tanti campioni, è stato veramente indescrivibile. Ricordo le prime partite e i primi allenamenti con i nuovi compagni, è stato tutto molto bello. Poi, però, ci sono stati questi due infortuni che psicologicamente mi hanno massacrato. Io ho sempre cercato di nascondere la mia tristezza, però è stato un anno veramente difficile, perché sei lì, vedi i tuoi compagni soffrire in campo, lottare, ma tu non puoi fare niente per aiutarli. Questa è stata la cosa peggiore per me.

Spero che il peggio sia passato e adesso sono contento. Sto bene, certamente sono stato meglio, ma sono stato anche peggio. Settimana dopo settimana mi sento sempre meglio, gli allenamenti e il riadattamento al campo procedono bene. Sono anche già stato convocato e ho fatto qualche panchina, io sono a disposizione: quando l’allenatore vorrà mettermi dentro sa che può contare su di me. Sicuramente non ho una partita dall’inizio nelle gambe, però qualche spezzone sono in grado di poterlo fare, quindi, quando Gattuso vorrà, io ci sono”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *