SPAL, Semplici: “Pari contro la Fiorentina? Sarebbe fondamentale”

Conferenza stampa Semplici Fiorentina-Spal - Il tecnico della squadra spallina ha parlato in conferenza stampa presentando la partita contro la Viola

Conferenza Semplici SPAL-Empoli

La SPAL lotta per la salvezza. Domani però la squadra di Leonardo Semplici sarà chiamato ad affrontare la Fiorentina, squadra dove ha allenato la Primavera. Queste le parole del tecnico in conferenza stampa, riportata da estense.com: “Noi vogliamo proseguire con quanto abbiamo già fatto per dare continuità di prestazione e di punti. Per fare ciò, bisognerà giocare alla pari con la squadra più in forma del momento, facendo una grande partita per tornare a casa con qualcosa di importante. Anche solo un punto sarebbe fondamentale per la nostra meta d’arrivo”.

Una sfida contro il suo passato: “Sarà una giornata particolarmente importante per me e voglio che i ragazzi facciano una grande partita davanti a tanti miei amici, mettendo in mostra tutte le qualità per mettere in difficoltà l’avversario. Non so come mi accoglierà la mia città, senz’ombra di dubbio in maniera benevola. Dopo la tragedia che li ha colpiti hanno saputo dimostrare un grande senso di unità. Ad aspettarci ci sarà un Franchi con il vestito delle grandi occasioni”.

Semplici che sarà chiamato ad affrontare la Fiorentina con numerosi giocatori assenti: “Non saranno della partita Schiattarella, Grassi, Simic, Dramè e Kurtic, quest’ultimo fermatosi mercoledì in allenamento per un problema al polpaccio. Ad oggi, nessuno può recuperare per il Chievo. Vedremo lunedì come si potrà agire”.

I numerosi giocatori assenti, porteranno il tecnico a ridisegnare il centrocampo: “A centrocampo giocherà uno tra Schiavon o Vitale, anche se Salamon potrebbe essere una buona ipotesi nel caso in cui ce ne sia bisogno. Tutte queste assenze non ci volevano visto che stiamo lavorando per avere qualche punto in più. Non faremo turnover in vista del turno infrasettimanale poiché dobbiamo continuare a mettere in campo la nostra identità ed il nostro gioco”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *