Roma, Di Francesco: “Schick non giocherà titolare. Il modulo? Ho sbagliato io”

Conferenza stampa Di Francesco Roma Chievo: l'allenatore giallorosso fa il punto della situazione sulla squadra e svela chi giocherà contro i clivensi

Conferenza stampa Di Francesco Roma Chievo

La Roma domani ospiterà il Chievo Verona nel lunch match della 4^ giornata di campionato. Ecco le parole di Di Francesco nella conferenza stampa a Trigoria di oggi.

La conferenza stampa di Di Francesco

La prima domanda riguarda le condizioni di Florenzi e De Rossi e in che modo saranno impiegati in campo: Florenzi giocherà dall’inizio, su De Rossi devo decidere. Ha saltato un allenamento e mezzo, ha avuto dei problemi, ma è recuperato. Però gli posso preferire Nzonzi“.

Prosegue su Kluivert e altri giovani in giallorosso: “Questi ragazzi devono avere la possibilità di poter sbagliare per crescere. Abbiamo tanti giovani, che faranno partite di livello e altre un po’ meno. Ho giocatori di qualità, devo decidere in base alle esigenze della partita e alle loro caratteristiche”

L’allenatore della Roma si è poi soffermato sul Chievo Verona, suo prossimo avversario: “È una squadra abituata a stare in Serie A, vorrà venire qua per portare via un risultato positivo. E’ la partita più delicata del miniciclo di tre partite, dovrà dire tanto anche a me”.

“Pellegrini ha bisogno di aiuto. Schick? Non sarà titolare”

Continua parlando di Lorenzo Pellegrini, il centrocampista classe ’96, e sul probabile impiego di Schick dato il recente infortunio: Pellegrini è molto attaccato alla realtà di Roma, questo non so se lo aiuta. In questo momento ha bisogno di aiuto, ha qualità, è un prospetto interessante per noi e per il calcio italiano. Il suo valore verrà fuori, ne sono sicuro”.

“Schick? Giocherà Dzeko domani, per questo Schick non inizierà dal 1′. E’ stato fermo un paio di giorni, ha avuto un problema alla gamba quando è tornato dalla Nazionale. Anche lui, così come tutti gli altri giovani, ha bisogno di tranquillità”.

La partenza a rilento e i problemi di modulo

Conclude con qualche parola sull’inizio difficile dei giallorossi e sul modulo impiegato: Tutti noi avremmo voluto qualche punto in più, però siamo ancora in tempo, abbiamo tutta la stagione per recuperare. Il mio modo di lavorare non ci porta a partire forte”.

“Il modulo? Credo che di questo argomento se ne sia parlato fin troppo. Abbiamo giocato una partita con il 4-3-3, poi ho cercato di cambiare ma non mi è riuscito. Ora devo ridare io più certezze alla squadra”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *