Juventus, Allegri verso Firenze: “Partita difficile, ci sarà qualche cambio”

Conferenza stampa Allegri: alla vigilia del match contro i toscani, il tecnico bianconero presenta la gara di domani sera all'Artemio Franchi

Dichiarazioni Allegri

Conferenza stampa Allegri: “Finora non abbiamo stravinto, ma la perfezione non esiste”

Domani alle 18:00 la Juventus sarà impegnata a Firenze per la trasferta valida per la 14^ giornata di Serie A. Intervenuto stamane nella consueta conferenza stampa pre-partita, mister Allegri ha presentato così il match contro i viola. “Domani servirà essere bravi. Le partite a Firenze non finiscono mai. La squadra sarà spinta dalla città intera. Troveremo una squadra agguerrita, che farà di tutto per batterci. Le prima tre squadre del campionato giocheranno tutte in trasferta. Non sarà una trappola, ma una partita difficile”.

Sulla squadra:

“Non siamo cattivi? La squadra ha il miglior attacco: finora non abbiamo “stravinto”, ma la perfezione non esiste, e nemmeno la voglio. Nel calcio ci sono anche gli episodi. Quello che conta sono le prestazioni. Dobbiamo continuare ad alzare l’asticella chiedendo a noi stessi di migliorare, capendo e interpretando nel modo giusto le partite. E sapendo che a oggi non abbiamo fatto niente”.

Sulla rivalità con la Fiorentina:

“Ci deve essere una rivalità, ma sana: è una questione di educazione sportiva, e in Italia dobbiamo migliorare su questo punto. Mi aspetto una bella serata di calcio e di sport, davanti a un grande pubblico. E dovremo essere consapevoli della difficoltà della partita”.

Sulla formazione:

Stessa squadra di martedì? Credo di no. Troppi impegni ravvicinati, abbiamo bisogno di energie fresche. Domani quindi ci sarà qualche cambio. Bentancur può ancora fare qualche corsa, e domani la farà. Vediamo poi quale sarà la condizione di Pjanic e Matuidi. Cuadrado può fare anche il mediano destro. C’è da capire chi recupererà, dopo l’allenamento. La partita di martedì è stata tosta e intensa. Domani ci sarà bisogno di energie fisiche e mentali. Rientrerà Bernardeschi, Douglas Costa sta crescendo molto. De Sciglio tornerà a disposizione. Alex Sandro difficilmente ci sarà. Khedira out, Emre Can ieri ha fatto parziale allenamento e oggi valuterò se portarlo in panchina, dalla prossima settimana lavorerà più intensamente”.

Su Ronaldo, Mandzukic e Dybala:

“Quando si trova l’alchimia, tutto va per il meglio. Martedì ha fatto bene anche Dybala, che raccorda centrocampo e attacco, e ci fa uscire da situazioni difficili con la sua tecnica. Dybala, Ronaldo e Mandzukic non danno punti di riferimento. Per le sue caratteristiche, Dybala deve fare il tuttocampista. E’ una giocatore fondamentale per il gioco della squadra”.

Su Pjaca:

“Ha subìto un brutto infortunio, ci vuole un po’ di tempo perché ritorni. Cosa fa a Firenze non lo so, i giocatori vanno visti quotidianamente. Ora sta a lui mettere l’energia giusta per uscire e ritornare quello che stava diventando. È un ragazzo di grande qualità ed è ancora giovane”.

Su Ronaldo:

“Non mi ha mai chiesto di riposare. Sta bene fisicamente, troveremo il modo di farlo riposare in occasione di gare ravvicinate. Magari Emre Can potrà giocare a breve, intanto rientrerà Bernardeschi”.

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *