Cagliari, Barella: “Il mercato lo fa il presidente, rifiutate diverse offerte in estate”

Cagliari Milan Barella intervista Gazzetta Sport Nazionale - Il centrocampista del Cagliari parla in vista del match col Milan

Liverpool su Barella

Intervistato da La Gazzetta dello Sport, il centrocampista rossoblu Nicolò Barella ha parlato della sfida che andrà in scena domani sera alla “Sardegna Arena” tra  Cagliari Milan. 

Le parole di Barella

“In Nazionale mi è piaciuto molto Bonaventura, ho cercato di prendere le cose migliori da lui. Domani vorrei proprio scambiare la maglia con Jack. Questo Milan è meglio dello scorso anno, non ha paura di giocare la palla e se la gioca con chiunque. Io col Napoli li ho visti, ma è una squadra che ha la mentalità di Gattuso e un Higuain in più, uno dei cinque attaccanti più forti d’Europa. Se mi ricordo il gol ai rossoneri a gennaio? Eccome. Ricordo che non connettevo, sentivo l’urlo dello stadio. Sono corso ad abbracciare Cossu in panchina”.

Il futuro

“Il mercato lo fa il presidente, ci sono state delle offerte e il Cagliari le ha rifiutate. Non entro nelle valutazioni, ma sono contento di essere rimasto nella squadra per cui tifo. Quest’estate ero un po’ arrabbiato perché non mi riuscivano le cose come volevo. Se dovessi scegliere tra Serie A e Premier? Dico Premier per come interpretano la partita. E poi sono tutti nervosi come me”.

La Nazionale

“Ho fatto un altro step e ho avuto un attestato di stima da Mancini e questo è quel che conta. Voglio giocare l’Europeo Under 21 a giugno, ma sono felice di essere tra i grandi. Mancini mi ha sempre messo mezzala a sinistra. Tra Bonucci-Chiellini e Caldara-Romagnoli chi farei giocare? Oggi i primi due per l’esperienza che hanno, poi gli altri”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *