Juventus, Allegri: “Tanta amarezza, adesso testa al campionato”

Allegri su Real Madrid-Juventus. Il tecnico bianconero non ha intenzione di fare polemiche sull'arbitro designato per il match e gli errori che ha fatto. Dichiara amarezza per l'uscita, ma spinge già verso il prossimo obiettivo: il campionato.

Allegri su Crotone-Juventus

Mister Allegri non polemico, ma con rammarico

Allegri su Real Madrid-Juventus. La Juventus ha disputato un grande match al Bernabeu, andando vicino all’impresa per volare verso la semifinale di Champions League, ma nel finale di partita arriva la beffa. In pieno recupero arriva il rigore assegnato ai Blancos. Buffon viene espulso per le polemiche e una gran confusione in campo. Sul dischetto arriva Cristiano Ronaldo, che segna e Higuain e compagni vengono eliminati. Partono subito le polemiche per il rigore. Ai microfoni di Premium Sport arriva Allegri.

Allegri “Tanta amarezza, adesso testa al campionato”

Il tecnico bianconero dichiara:Non ho voglia di giudicare l’arbitro. Sono dispiaciuto per quello che hanno fatto i ragazzi, a Torino abbiamo fatto male, questa sera si sono ripresi, poi è successo questo finale. Bisogna ricordare che un fallo simile è accaduto anche all’andata, contro Cuadrado, ma l’arbitro a Torino non ha fischiato. Immaginavo che questo episodio avrebbe compromesso tutto”. L’allenatore toscano non fa cambi verso la fine della partita, dichiara: “Dovevo portare la squadra ai supplementari, facendo in quel momento due cambi importanti, per questo non avevo fatto cambi prima. Dovevo mettere Cuadrado ed una punta, ma aspettavo i supplementari. Senza rimpianti, magari prima o dopo non avrebbe portato a nulla”. Tanto dispiacere dopo la grande prestazione dei bianconeri che hanno dato una lezione di calcio agli spagnoli. Allegri dice: “Di questa sera resta l’amarezza, ma non solo, bisgona parlare solo stasera e domani, perché poi testa al campionato, bisogna essere più forti di queste cose. L’assenza di dybala ha portato vantaggi con questo modulo. Paulo ha caratteristiche diverse, cambiano le fasi di gioco”. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *